Condividi:

facebook twitter linkedin google email

Vendita per corrispondenza, televisione o altri sistemi di comunicazione

Descrizione

Il commercio per corrispondenza, televisione o altri sistemi di comunicazione è una forma speciale di vendita al dettaglio, che può essere avviata previo deposito presso il SUAP del Comune nel quale l'esercente, persona fisica o giuridica, intende avviare l'attività, di una Segnalazione Certificata di Inizio Attività.

Nella SCIA deve essere dichiarata la sussistenza dei requisiti soggettivi di cui all'art. 71 del d.lgs 59/2010 e il settore merceologico di appartenenza dell'attività.
Se l'attività attiene al settore merceologico alimentare l'esercente deve essere in possesso dei requisiti sia morali di cui ai commi 1, 3, 4, 5 dell'art. 71, sia professionali di cui al comma 6 dello stesso articolo.
In questo caso è richiesta inoltre la registrazione dell'attività presso il dipartimento di sanità pubblica dell'AUSL competente per territorio.
La registrazione dell'attività avviene previo deposito al SUAP competente di una notifica sanitaria nella quale è dichiarato il possesso dei requisiti richiesti, dalla normativa sanitaria, in riferimento alla specifica attività.

Il D.Lgs 114/98, che disciplina l'attività di commercio per corrispondenza, televisione o altri sistemi di comunicazione, prevede il divieto di inviare prodotti al consumatore se non a seguito di specifica richiesta e stabilisce che è consentito l'invio di campioni di prodotti o di omaggi, senza spese o vincoli per il consumatore.

Nei casi in cui le operazioni di vendita siano effettuate tramite televisione, l'emittente televisiva deve accertare, prima di metterle in onda, che il titolare dell'attività sia in possesso dei requisiti prescritti dall'art. 71 del d.Lgs. n. 59/2010 per l'esercizio della vendita al dettaglio.
Durante la trasmissione debbono essere indicati il nome e la denominazione o la ragione sociale e la sede del venditore, il numero di iscrizione al Registro delle Imprese ed il numero della partita IVA. Agli organi di vigilanza deve essere consentito il libero accesso al locale indicato come sede del venditore.

Sono vietate le operazioni di vendita all'asta realizzate per mezzo della televisione o di altri sistemi di comunicazione.

Chi effettua le vendite tramite televisione per conto terzi deve presentare anche la Segnalazione Certificata di Inizio Attività di agenzia d'affari.
Alle vendite per corrispondenza, televisione o altri sistemi di comunicazione si applicano altresì le disposizioni del Codice del consumo di cui al d.Lgs. n. 206/2005.

Agli organi di vigilanza e' consentito il libero accesso al locale indicato come sede del venditore.

A chi rivolgersi

Dirigente Angelo Premi

Telefono: Segreteria: 0516954131 - 149 - 206 - 169

Cellulare:

Fax:

E-mail: angelo.premi@comune.castelsanpietroterme.bo.it

Profilo: Dirigente

Funzioni:

close
Responsabile di servizio Barbara Emiliani

Telefono: 0516954120

Cellulare:

Fax:

E-mail: barbara.emiliani@comune.castelsanpietroterme.bo.it

Profilo: Responsabile

Funzioni:

close

Requisiti

Requisiti soggettivi

Essere in possesso dei requisiti morali previsti dall'art. 71, comma 1 del D.Lgs. n. 59/2010 e, nel caso del commercio alimentare, anche dei requisiti professionali previsti dal comma 6 del medesimo articolo.

Modalità di presentazione della pratica

Tutte le pratiche devono essere presentate esclusivamente con modalità telematica al SUAP del Comune. Non si accettano più pratiche in forma cartacea.

La richiesta va presentata tramite la piattaforma regionale Accesso Unitario

Help desk piattaforma regionale Accesso Unitario

Possibilità di ricorso

La SCIA e la DIA sono atti di iniziativa privata e, quindi, non direttamente impugnabili dinnanzi al giudice amministrativo. L' interessato può, però, sollecitare l'Amministrazione ad effettuare verifiche ed eventualmente ad adottare atti di divieto di prosecuzione dell'attività e, in caso di inerzia, può esperire ricorso al TAR per chiedere l'accertamento dell'obbligo dell'Amministrazione di provvedere (vd. art. 19, comma 6 ter, L.n. 241/90 ed art. 31, commi 1, 2 e 3 Dlgs. n. 104/2010).
Anagrafica dell'Ente
Comune di Castel San Pietro Terme
Piazza XX Settembre 3
40024 Castel San Pietro Terme (BO)
Tel. 051.69.54.154 - Fax 051.69.54.141
PEC: comune.castelsanpietro@cert.provincia.bo.it
Partita IVA: 00514201201
Codice Fiscale: 00543170377
Cod. catastale C265

Accessibilità
Questo sito, interamente gestito con il CMS i-Plug, è accessibile a tutti gli utenti indipendentemente dalla piattaforma o dal browser usato perché il codice che lo sostiene è compatibile con le direttive del W3C che definisce gli standard di sviluppo per il web: XHTML1.0 - Mobile Friendly

Crediti
I contenuti di questo sito sono a cura dell'Ufficio stampa e dell'ufficio URP del Comune di Castel San Pietro Terme.
Per inviare segnalazioni: protocollo@cspietro.it
Pubblicato nell'aprile del 2015
Realizzazione sito Punto Triplo Srl