Condividi:

facebook twitter linkedin google email

Rifiuti domestici: sconfiggiamoli in 10 mosse

Di cosa si tratta?

Cosa accade ai rifiuti che produciamo ogni giorno? Quanti vengono recuperati? E cosa diventano?

Per rispondere a questi interrogativi la Regione Emilia-Romagna ha realizzato la quinta edizione della campagna “Chi li ha visti? indifferenziato sorvegliato speciale” che ricostruisce il percorso dei nostri rifiuti e divulga i dati sul loro recupero.

Obiettivo della campagna, realizzata in collaborazione con ARPAE ,e il sostegno di CONAI, è dimostrare che la raccolta differenziata, soprattutto se fatta con cura, garantisce ai rifiuti una nuova vita e che con un po' di impegno possiamo migliorare.

In Emilia Romagna puntiamo a ridurre la produzione dei rifiuti, a raccogliere in modo differenziato tutti i materiali riciclabili, per creare un sistema circolare senza scarti, così da trasformare i rifiuti in risorsa.

Mappa impiantiPiù del 70% dei rifiuti che raccogliamo in modo differenziato sono inviati a impianti di recupero dentro i confini regionali

Nel 2015 il 55 % dei rifiuti urbani prodotti è avviato a riciclaggio ma l'obiettivo della Regione Emilia Romagna e di arrivare al 70% entro il 2020.

Il nostro bidone dell'indifferenziato è ancora troppo pesante, pertanto quest'anno è stato fatto un focus sugli errori più comuni. Il Piano regionale di gestione dei rifiuti punta a ridurre l'indifferenziato a 150 kg/ab entro il 2020.

Obiettivo_150kgI materiali informativi della quinta edizione di “Chi li ha visti?” (dati 2015) sono scaricabili dai link a fondo pagina, e distribuiti ai principali uffici pubblici della Regione e presso i centri di educazione ambientale.

Per chi fosse interessato a divulgare i temi trattatati dalla campagna la Regione inoltre mette a disposizione una mostra itinerante costituita da 12 pannelli per l'esposizione temporanea in occasione di iniziative, eventi, fiere, convegni sul tema dei rifiuti e della sostenibilità.

Per informazioni e prenotazioni potete contattare il Servizio regionale rifiuti (tel. 051.527.6003-6822, e-mail servrifiuti@regione.emilia-romagna.it).

A corredo della campagna è stato realizzato il video "150 kg? Io ci sto!", che evidenzia come il bidone del rifiuto indifferenziato è ancora troppo pieno e contiene più del 60% di rifiuti che, se raccolti separatamente, sarebbero recuperabili.. L'obiettivo dei 150 kg a testa all'anno è facile da raggiungere se si inizia fin da oggi a fare più attenzione a ciò che si butta e, soprattutto, a dove lo si butta.
Allegati alla pagina
Lettera dalla Regione Emilia-Romagna
Dimensione file: 464 kB [Nuova finestra]
Opuscolo
Dimensione file: 757 kB [Nuova finestra]
Pieghevole
Dimensione file: 224 kB [Nuova finestra]
Cosa accade dopo la raccolta differenziata
Dimensione file: 3672 kB [Nuova finestra]
Anagrafica dell'Ente
Comune di Castel San Pietro Terme
Piazza XX Settembre 3
40024 Castel San Pietro Terme (BO)
Tel. 051.69.54.154 - Fax 051.69.54.141
email (PEC): comune.castelsanpietro@cert.provincia.bo.it
Partita IVA: 00514201201
Codice Fiscale: 00543170377
Cod. catastale C265

Accessibilità
Questo sito, interamente gestito con il CMS i-Plug, è accessibile a tutti gli utenti indipendentemente dalla piattaforma o dal browser usato perché il codice che lo sostiene è compatibile con le direttive del W3C che definisce gli standard di sviluppo per il web: XHTML1.0 - Mobile Friendly

Crediti
I contenuti di questo sito sono a cura dell'Ufficio stampa e dell'ufficio URP del Comune di Castel San Pietro Terme.
Per inviare segnalazioni:
protocollo@cspietro.it
Pubblicato nell'aprile del 2015
Realizzazione sito Punto Triplo Srl