Sabato 25 Gran Premio di Varignana, gara ciclistica nazionale Elite–Under 23

Pubblicata il 20 settembre 2021 | Sport

E' stata presentata questa mattina a Palazzo di Varignana la prima edizione del Gran Premio di Varignana, gara ciclistica nazionale dedicata alle categorie Elite e Under 23, che si correrà sabato 25 settembre e alla quale sono iscritti oltre 200 partecipanti di 32 squadre, comprese tre formazioni dall'estero. L'evento è patrocinato dal Comune di Castel San Pietro Terme ed è inserito nel progetto Terre & Motori, un nuovo progetto di promozione turistica territoriale promosso dai 23 Comuni aderenti a Con.Ami.

Per presentare l'iniziativa e per i saluti istituzionali, ha preso la parola il sindaco del Comune di Castel San Pietro Terme Fausto Tinti.
«Conclusa a fine 2020 la storia della Società ciclistica Sergio Dalfiume, che ringrazio, organizzatrice per quasi 70 anni della storica Coppa Varignana - ha affermato il sindaco Fausto Tinti -, si è pensato di mantenere viva la passione per il ciclismo di questo territorio istituendo il Gran Premio di Varignana con diverse innovazioni. Innanzitutto la corsa con maggiori investimenti è diventata di livello nazionale. L'abbiamo associata al nuovo brand Terre &Motori che i sindaci del ConAmi vogliono utilizzare per le prossime manifestazioni sportive (ringrazio il sindaco di Imola e il presidente di ConAmi che ci hanno consentito di utilizzarlo in anteprima). Con una piccola variante al percorso tradizionale, abbiamo messo a valore la riqualificazione paesaggistica realizzata grazie ad Agrivar e Palazzo di Varignana, partner fondamentali non solo di questo evento ma di tutto questo territorio. In questo modo siamo riusciti a portare qui un circuito, che è vicinissimo a Bologna, che come bellezza dei paesaggi non ha nulla da invidiare alla Tre Monti, e che vorremmo migliorare ancora nei prossimi anni, rendendolo sempre più attrattivo per i team stranieri. Inoltre siamo riusciti ad affiancarlo al Piccolo Giro dell'Emilia, formando una coppia di proposte di valore, per tenere insieme lo sport e la promozione del territorio. I corridori e i team ambiscono a fare percorsi di qualità come questo. Ringrazio anche Osteria Grande e la Cablotech, che tradizionalmente promuove lo sport in questo territorio. E ricordo anche il bellissimo borgo di Varignana, che deve completare un percorso di riqualificazione. L'Amministrazione Comunale si è fortemente impegnata in questo progetto utilizzando i proventi della tassa di soggiorno, restituendo quindi al territorio quello abbiamo chiesto. Ringrazio anche i team che pernotteranno e usufruiranno della ristorazione nel nostro territorio, creando un meccanismo virtuoso che premia chi lavora insieme. E ringrazio il dott. Carlo Gherardi che ha creduto in questa iniziativa». 

Poi sono intervenuti: Cecilia Bortolotti del Marketing Department di Palazzo di Varignana, partner della corsa: «porto il saluto del proprietario Carlo Gherardi, che ha creduto a questo come ad altri progetti di questo Comune. Ci piace lavorare con l'Amministrazione Comunale per valorizzare il territorio. Sarà l'occasione per presentare la nostra “anima agricola”, Agrivar, nata nel 2015, e che oggi ha 360 ettari di terreni di cui 160 a coltura. Ricordo che ospiteremo qui le premiazioni sabato 25», e il vicepresidente Franco Chini del Comitato Regionale della Federazione Ciclistica Italiana: «Esprimo anche da parte del nostro presidente regionale Alessandro Spada vivo apprezzamento per quello che state facendo. Apprezziamo che non sia solo una gara sportiva, ma un'occasione per la valorizzazione delle eccellenze, che sarà sempre di più il futuro dello sport, perché possa continuare a vivere a un buon livello».

I rappresentanti delle tre società sportive che fanno parte del Comitato organizzatore: Giancarlo Merighi, presidente della Sergio Dalfiume 1952, Matteo Pesci, presidente della Biotraining Cycling Team, Giampaolo Scalorbi, presidente della Polisportiva Villafontana, hanno ripercorso la storia della manifestazione, ricordando il prestigioso albo d'oro con grandi campioni in gara, hanno ringraziato l'Amministrazione Comunale, Palazzo di Varignana e tutti gli sponsor, e hanno ricordato la passione che anima i volontari senza i quali la manifestazione non sarebbe possibile.

Il direttore di corsa del G.P. di Varignana, Silvano Antonelli, ha aggiunto ai ringraziamenti quelli ai suoi vice Giuliano Collina e Salvo Tassoni, e per l'organizzazione della sicurezza della corsa: Polizia Locale, Carabinieri, volontari e Team Scorta di Faenza. «La mia soddisfazione sta nel partecipare a una corsa di valore, con tre società che si lavorano insieme mettendo a disposizione le proprie risorse».

Inoltre Antonio Ussia ha illustrato l'iniziativa sociale che porta avanti da alcuni anni, una raccolta fondi attraverso aste benefiche per la donazione di defibrillatori alle società sportive, e che ha istituito il premio “Never give up” per il ciclista che durante il Gran Premio di Varignana si dimostrerà più combattivo. Ha condotto l'incontro il giornalista Massimo Marani.

Era presente in sala anche il presidente del Comitato Provinciale della Federazione Ciclistica Italiana, Stefano Marabini: la gara sarà valida anche come campionato provinciale U23.

La conferenza stampa si è conclusa con la proiezione di un video che presenta il percorso della gara realizzato da Riccardo Barbieri, che si può vedere nel canale Youtube del Comune di Castel San Pietro Terme (https://www.youtube.com/user/comunecspt) al link https://youtu.be/JeRy4Oakq40

Il percorso del Gran Premio di Varignana è stato rinnovato rispetto alla vecchia Coppa Varignana. Si parte dallo stabilimento Cablotec a Osteria Grande, si  percorre il circuito del Memorial Benfenati di 9 chilometri, ripetuto 5 volte, poi si pedala sugli Stradelli Guelfi e sulla nuova San Carlo. Arrivati a Castel San Pietro, si percorre il circuito delle Terme per 4 volte, poi si sale a Liano sulle colline, si scende sulla via Emilia, si risale a Casalecchio dei Conti, si passa dietro a Palazzo di Varignana che è partner della corsa, e infine dalle colline si entra a Varignana per l'arrivo dopo 4 giri del circuito del borgo.


 
In allegato un comunicato stampa sulla manifestazione sportiva fornito dagli organizzatori.

Allegati

Newsletter

Vuoi ricevere la newsletter settimanale
del Comune di Castel San Pietro Terme?

Iscriviti