Bilancio previsionale 2021: l'Amministrazione risponde alla crisi post-Covid

Pubblicata il 3 febbraio 2021 | Consiglio comunale

Fanno necessariamente i conti con gli effetti della pandemia il bilancio previsionale annuale e il piano triennale che l'Amministrazione Comunale di Castel San Pietro Terme ha presentato ieri sera al Consiglio Comunale e alla Città con l'aggiornamento del Documento Unico di Programmazione 2021-23.

Un documento che tiene la barra al centro sugli obiettivi di sviluppo del territorio e contemporaneamente, non aumentando tasse e tariffe, mette a disposizione risorse per non lasciare indietro nessuno in questo difficile momento.

«La pandemia non ferma i piani dell'Amministrazione comunale di Castel San Pietro Terme  – affermano il sindaco Fausto Tinti e l'assessore al Bilancio e vice sindaco Andrea Bondi –: si procede con le opere pubbliche annunciate e con i lavori di manutenzione per assicurare il rinnovamento e la messa in sicurezza del territorio. Ma soprattutto, alla luce dell'emergenza sanitaria ed economica, si è presa la chiara decisione politica di non prevedere alcuna manovra tributaria per il 2021. Si confermano inoltre le attuali tariffe dei servizi a domanda individuale e si rafforzano le priorità di sempre: mantenimento del livello qualitativo e quantitativo del welfare,  sostegno alle famiglie in difficoltà e alle categorie più fragili, disabili e nuovi poveri in primis. La scelta madre è quella di garantire la tenuta socio-economica dell'intera comunità ed evitare gli effetti regressivi di una crisi che non ha precedenti. Questo sarà l'anno, e ringraziamo gli assessori uno a uno, in cui trovare un equilibrio anche temporale, programmando quel che serve per la riqualificazione della Città, che non può essere messa in stand-by a causa del Covid e che non deve però nemmeno lasciare indietro nessuno: al massimo entro il mese di luglio, anche grazie all'avanzo di bilancio precedente e al confronto che stiamo avendo con i sindacati, cittadini e imprese avranno tutto il nostro ulteriore supporto».

Nel programma triennale delle opere pubbliche 2021-23, che ha un valore di oltre 5 milioni di euro, sono inseriti interventi fondamentali per il territorio, come il ponte di Molino Nuovo, il nuovo polo scolastico di Osteria Grande, l'ascensore per il centro storico, la ristrutturazione dell'Arena comunale, la ristrutturazione della sede del volontariato e delle palazzine dell'ospedale, la pavimentazione di via Matteotti e via Cavour e la realizzazione delle piste ciclabili, oltre che opere a scomputo, come rotatorie stradali, da convenzioni urbanistiche per complessivi 3,6 milioni di euro.

Punto di partenza in ambito strategico è l'analisi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) per l'identificazione e la progettazione di interventi strategici per il futuro a medio-termine del territorio, nella dimensione circondariale. L'impegno è rafforzare gli obiettivi comuni e propri comunali nell'ambito del NCI (Pianificazione Strategica, UdP Sociale e Urbanistico, Gestioni Associate in corso), nonché il confronto e la collaborazione con Città Metropolitana per la partecipazione e sviluppo di progetti di interventi circondariali e comunali per lo sviluppo delle comunità e del territorio. Obiettivo prioritario è la firma del patto per il Centro Storico.

In tema di sviluppo territoriale, si va verso il completamento del percorso delle proposte insediative di aziende di logistica nell'APEA San Carlo, ivi incluso seguire il raccordo tra soggetti attuatori, CM e LLPP CSPT per la realizzazione delle opere di viabilità a scomputo. Inoltre continua il percorso di attuazione del POC e art. 4 LR24/2017 per la realizzazione dei nuovi quartieri residenziali del Capoluogo e Osteria Grande e la partecipazione all'attività circondariale per la preparazione della Pianificazione Urbanistica Generale (PUG) ai sensi LR24/2017.

Per quanto riguarda la riqualificazione urbanistica, è previsto il completamento della Variante al RUE del Centro Storico, la pianificazione (progettazione e realizzazione) degli interventi di riqualificazione urbana del Capoluogo (Centro Storico; ERP via Tanari; ambito N14; PPiP Vallicella) e Osteria Grande (PRU ambito N17; N10 parte relativa a Asilo Nido e Materna), e si sta lavorando al completamento delle attività per la chiusura dei Consorzi di Urbanizzazione (Molino Nuovo; CSPT: Borghetto, Ca Priva-Pellizzara, Ex-Cementubi, Panzacchia 1; OG: Banza Inferiore, Ovest e Ovest II, Serraglio).

Lo sviluppo economico nei settori produttivo, commercio, artigianato e agricoltura sarà perseguito essenzialmente tramite: la pianificazione e realizzazione interventi di mobilità sostenibile per APEA San Carlo con partecipazione alle attività del Progetto EUCF; l'incentivazione di micro-piccole-medie imprese del commercio e dell'artigianato per la ripresa dagli impatti economici della pandemia Covid in corso; l'implementazione dell'Area Amministrativa del Territorio e Sviluppo Economico; il completamento della riqualificazione del mercato ambulante del Capoluogo e il consolidamento e ampliamento dei mercati contadini.

Nel settore del turismo, sono in programma: la realizzazione del punto di accoglienza e gestione turistica nel Capoluogo; la promozione del territorio e delle sue eccellenze enogastronomiche e culturali attraverso programma di eventi (Covid-dipendente) e partecipazioni a circuiti nazionali ed europei (Cittaslow, Città dell'olio, Osservatorio nazionale del miele); la collaborazione istituzionale e programmatica con la società Terme di Castel San Pietro, con Imola-Faenza Tourism Company, Con.Ami e partecipate, Golf Club Le Fonti, Bologna Welcome; l'avvio dei lavori di riqualificazione dell'Arena Comunale.

Per il settore della sanità, proseguirà il monitoraggio delle attività della Casa della Salute (sia quelle standard, sia quelle collegate all'emergenza Covid), la co-pianificazione e monitoraggio della realizzazione degli  investimenti dell'AUSL per il completamento e sviluppo della Casa della Salute, la riqualificazione, localizzazione e offerta dei medici di medicina generale di Osteria Grande.

Le azioni che saranno messe in campo per la partecipazione e la comunicazione saranno: l'avvio dei lavori delle Commissioni Consigliari Speciali, la ricostituzione delle Consulte Territoriali e il rafforzamento del rapporto tra Amministrazione Comunale e cittadini /imprese con il potenziamento delle attività e dei ruoli dello staff del Sindaco.

Fondamentale la programmazione delle funzioni della struttura di protezione civile all'interno dell'Amministrazione Comunale per il coordinamento e sostegno alle attività di aiuto/supporto alla popolazione fragile agli effetti socio-economici della pandemia in corso, oltre a interventi di prevenzione del rischio idrogeologico.

Nel settore dello sport, si intende progettare un rinnovamento in chiave di sostenibilità ambientale, sociale e economica dell'evento Carrera. Sarà costituita e saranno avviati i lavori della Consulta dello Sport. Per quanto riguarda le strutture, è prevista la realizzazione Nuovo Impianto Campo Calcio a 5, la manutenzione degli impianti sportivi, saranno poste le basi progettuali ed economico-finanziarie per la realizzazione della nuova piscina comunale e sarà pianificata la riqualificazione funzionale della Bocciofila di viale Terme.

In tema di politiche ambientali, aumenteranno i controlli sull'abbandono dei rifiuti in collaborazione con le Guardie Ecologiche, saranno avviati progetti volti alla riduzione dei rifiuti e alla promozione dell'economia circolare, i lavori per la realizzazione del nuovo CDR ad Osteria Grande e il percorso necessario per la modifica del servizio di raccolta dei rifiuti per il passaggio alla tariffa puntuale. Inoltre sarà completato il censimento delle alberature e continuerà la piantumazione di nuove alberature.

Per quanto riguarda la viabilità, sono previsti interventi di potenziamento dell'illuminazione degli incroci stradali, percorsi e attraversamenti pedonali, la sottoscrizione nuovo contratto di servizio con Area Blu e l'avvio della modifica del piano sosta e del sistema di accessibilità al centro storico e sarà realizzato l'intervento di sistemazione all'incrocio Scania-Marconi e la manutenzione straordinaria dei marciapiedi con particolare attenzione all'abbattimento delle barriere architettoniche.

Numerosi gli interventi nel settore della cultura. A partire dalle biblioteche, dove è prevista l'implementazione delle attività, la stipula del Patto per la lettura conseguente all'ottenimento della qualifica di “Città che legge” insieme a scuole e altri soggetti territoriali e la catalogazione di oltre 2.000 nuovi volumi e acquisto nuovi abbonamenti ai quotidiani; risorse saranno destinate al funzionamento dello storico Teatro comunale Cassero; saranno avviati i lavori di ristrutturazione dell'Arena comunale; sarà attuata la convenzione con Soprintendenza per conservazione e studio dei  reperti e progetto per apertura Museo archeologico; saranno consolidate le stagioni musicali e di teatro (avvio online in attesa della riapertura degli spazi), conferma partecipazione cartelloni sovracomunali Erf, Crossroads, Festival Strade e “In mezzo scorre il fiume” e confermato il sostegno a realtà locali quali Il Giardino degli Angeli e Corpo bandistico di Castel San Pietro Terme; promossi nuovi eventi in rete con altri Comuni e conferma di iniziative “senza portafoglio” come il Carnevale, Festa della Storia, ciclo Ambiente: oggi  e (') domani e mostre varie.

Particolare attenzione sarà dedicata ai giovani, con la ripresa delle attività educativa di strada con progetti di valorizzazione protagonismo giovanile e prevenzione del disagio e di quelle del centro giovanile di  Osteria Grande, la partenza della Commissione Giovani, la ripresa del progetto dell'Aula studio appena possibile, il servizio civile universale, la promozione della YoungEr card, il sostegno a progetti delle associazioni giovanili e l'apertura di un nuovo spazio di aggregazione a Castel San Pietro Terme.

Nell'ambito dell'innovazione, particolarmente rilevanti sono le implementazioni tecniche del sito Internet istituzionale (rifatto nel 2020) per supportare le funzionalità di PagoPa e l'ulteriore potenziamento delle pagine social del Comune.

La scuola è più  che mai al centro dell'azione amministrativa, con una previsione di spesa pari a 2.230.000 euro per l'anno 2021. Le principali azioni sono: la sperimentazione del coordinamento pedagogico per le scuole dell'infanzia, con fondi della Città Metropolitana; sostegno alle famiglie: abbattimento delle rette dei nidi (comunali e privati convenzionati); acquisto di nuove attrezzature per i nidi, potenziamento della comunicazione nido-famiglia, riqualificazione spazi, aumentate le ausiliarie per garantire la migliore sanificazione.

Per quanto riguarda i servizi extrascolastici, si sta facendo fronte all'aumento dei costi per il servizio di refezione e per la sanificazione; confermato il pre e post scuola dal nido alle primarie, riorganizzando gli spazi nel rispetto delle norme anti-covid e utilizzando anche la ludoteca; garantito il servizio dei centri estivi anche grazie ai voucher regionali e contributi statali (nessuno è rimasto escluso), per gli scuolabus si dà risposta a tutte le domande nonostante l'aumento dei costi, causa covid. Per la disabilità scolastica c'è stato un forte aumento di richiesta di ore di educatori per tutti i plessi e in tutti i servizi ulteriori. Inoltre per le scuole è previsto un progetto legalità e il recupero del ventennale del CCR, eventualmente con modalità alternative, sul tema legalità e resistenza castellana.

Nel settore del welfare e sostegno alla disabilità, la previsione di spesa è di 2.800.000 euro. I principali interventi sono: completamento dei lavori nella palazzina dell'ospedale per avviare i progetti in rete con le associazioni di volontariato; mantenimento del servizio dei centri diurni e delle strutture socio-riabilitative (Zabina) nel rispetto delle norme anti-covid; trasporto individualizzato di Tradisan; progetti di sensibilizzazione, promozione e inclusione delle diverse disabilità con particolare attenzione all'autismo; sostegno al diritto alla casa con contributi all'affitto e lotta alle nuove povertà e all'emergenza alimentare attraverso l'erogazione di buoni spesa; contributi alle associazioni di volontariato e ai centri sociali; prosecuzione dei percorsi di sensibilizzazione sul tema delle pari opportunità e di prevenzione sulla violenza di genere già avviati con le associazioni, le scuole e la cittadinanza; sostegno logistico (consegna spesa, farmaci, ecc) e psicologico a fronte dei nuovi disagi derivanti dal Covid.

Newsletter

Vuoi ricevere la newsletter settimanale
del Comune di Castel San Pietro Terme?

Iscriviti