Grazie alle ragazze e ai ragazzi del CCR per il lavoro realizzato e per l'eredità che lasciano

Pubblicata il 30 settembre 2021 | Consiglio comunale

Particolarmente sentito e apprezzato da tutti gli Amministratori l'ultimo atto del CCR, il Consiglio Comunale dei Ragazzi di Castel San Pietro Terme che ha terminato il suo mandato presentando i propri lavori in apertura della seduta del Consiglio Comunale del 28 settembre. 

Nella Sala consiliare erano presenti il sindaco Fausto Tinti, il presidente del Consiglio Comunale Tomas Cenni, i tre rappresentanti dei gruppi consiliari: Francesca Marchetti, Davide Mazzoni e Pietro Latronico (gli altri consiglieri erano collegati in streaming per rispettare il limite di capienza della sala secondo le attuali normative anti covid), e la Giunta Comunale. I giovani consiglieri erano accompagnati dai due facilitatori Elisa e Alberto della Cooperativa Sol.Co. e dalla responsabile dell'Unità Operativa Politiche Giovanili Francesca Marchetti.

La sindaca dei ragazzi Michelle Lamieri ha presentato attraverso la proiezione di alcune slide il lavoro svolto in questo mandato, che è iniziato nel 2018 e, a causa dell'emergenza Covid, si è prolungato fino al 2021, un anno in più della normale durata: le maratonine con il plogging nei parchi della città, il progetto di educazione civica che con un “colpo d'arte” ha abbellito e ripulito dalle scritte sulle porte dei bagni della scuola, tre edizioni del Giornalino distribuite nelle scuole per tenere informati i compagni, la solidarietà con la visita ai nonni del centro diurno e casa protetta di Castello e il mercatino di beneficienza in favore di Ageop, la partecipazione al Progetto Concittadini e alla presentazione dei progetti al Dipast nella sala consigliare del Comune di Bologna; le nuove idee ed il lavoro con gli assessori ed i consiglieri comunali, l'attenzione all'ambiente anche al Carnevale, e l'idea “più grande”: un album di figurine sui valori della Resistenza arrivati fino a noi, con presentazione pubblica in piazza e dal Prefetto di Bologna, concludendo con la richiesta al Consiglio degli adulti di modificare il nome del CCR in CCRR: Consiglio Comunale dei Ragazzi e delle Ragazze. Infine il sogno nel cassetto che non è stato possibile realizzare: festeggiare i 20 anni del CCR castellano invitando i CCR e le Consulte degli altri territori.

«Non poteva esserci un modo migliore di questo incontro con il CCR per riprendere l'attività in presenza del Consiglio Comunale, dopo l'ultima seduta in presenza del 3 marzo 2020» ha sottolineato il presidente Tomas Cenni.

«E' molto importante tutto quello che avete fatto - ha affermato l'assessora alla Scuola Giulia Naldi con delega al Consiglio Comunale dei Ragazzi –. I facilitatori vi hanno dato una mano, ma senza mai imporre niente, e il vostro lavoro di squadra è stato fondamentale. In particolare vi ringrazio per l'album delle figurine che avere voluto realizzare per ricordare i personaggi storici della Resistenza del nostro territorio. E' un documento che rimarrà per sempre. Sono orgogliosa del grande lavoro che avete fatto. Siete un grande esempio! Vi auguro il meglio per il vostro futuro e di mantenere sempre questo entusiasmo».

Coro unanime dei tre rappresentanti dei gruppi consiliari nel complimentarsi e ringraziare i ragazzi In particolare la capogruppo Francesca Marchetti si è complimentata anche in veste di consigliera regionale per il progetto dell'album delle figurine, finanziato dalla Regione Emilia Romagna, nell'ambito di ConCittadini edizione 2019-20.

«Avete fatto un'esperienza di confronto democratico come quello che si realizza anche in questa sala – ha sottolineato in conclusione il sindaco Fausto Tinti -. Tutti noi che siamo stati eletti in Consiglio comunale abbiamo storie e origini diverse che si intrecciano in questa sala. Qui impariamo a conoscerci, a confrontarci, ad apprezzarci, discutiamo nel rispetto degli uni e degli altri. E' un grande esercizio. Grazie a chi ha collaborato con la vostra crescita. L'altro aspetto che ci tengo a sottolineare è il tema dell'eredità. Ci sono cose che non siete riusciti a fare, anche per la pandemia, ma lasciate un'eredità. Noi siamo un pezzo della storia di questa comunità. Iniziamo qualcosa ma, se non riusciamo a realizzarlo, verrà qualcun altro dopo di noi che lo farà. Le cose che avete fatto sono importantissime, rimane da realizzare l'idea della celebrazione del ventennale, ma verranno anche nuove idee. Non abbiate paura di confrontarvi sempre, anche con chi viene dopo di voi, i tempi cambiano ed è questa la ricchezza, non fossilizzarsi sulle cose, essere disposti al cambiamento. E ricordare. La memoria è un tema importante che avete sviluppato anche con la visita al prefetto Ferrandino. Avete instaurato questo bel rapporto con una rappresentante del governo nazionale, una cosa che mai era successa qui a Castel San Pietro e questo vuol dire che avete dello spessore, la capacità di interloquire con chi ci governa, di avere il rispetto delle istituzioni. Avete fatto un gran percorso di crescita. Grazie per aver adempiuto a questo grande compito che è il Consiglio Comunale dei Ragazzi e delle Ragazze, il CCRR: lo chiamiamo già così, perché sicuramente cambieremo il regolamento come avete proposto».
  • CCRR presentaz. lavoro Cons.Comunale - 28sett2021

Newsletter

Vuoi ricevere la newsletter settimanale
del Comune di Castel San Pietro Terme?

Iscriviti