Il Ministero dell'Interno finanzia il progetto “GuardiAMOci” del Comune di Castel San Pietro Terme

Pubblicata il 21 ottobre 2021 | News

Videosorveglianza, controlli, formazione, divulgazione di materiale informativo e altro ancora: sono queste le azioni concrete per la prevenzione e contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti nei pressi degli istituti scolastici che il Comune di Castel San Pietro Terme potrà realizzare grazie al finanziamento di 15.556 euro che in questi giorni ha ricevuto dal Ministero dell'Interno per il progetto “GuardiAMOci”, presentato all'interno della progettazione “Scuole sicure”.

Il progetto, che viene attivato nel corso dell'anno scolastico 2021-22, riguarda le scuole secondarie di primo e secondo grado del territorio comunale, che complessivamente accolgono circa 1800 studenti adolescenti e preadolescenti, e coinvolge il personale della Polizia Locale e i volontari dell'Associazione Nazionale Carabinieri – sezione di Castel San Pietro Terme.

«Siamo convinti – sottolinea Giuliano Giordani, assessore alle Politiche per la Sicurezza del territorio – che, per affrontare il tema della sicurezza nella città e nelle scuole, non si può parlare solo di contrasto alla criminalità, ma è necessario affiancare anche azioni che favoriscano la coesione sociale e la prevenzione, in cui diversi settori dell'amministrazione pubblica convergano per far in modo che i cittadini si sentano sicuri e rassicurati in un territorio curato ed attento ai bisogni delle famiglie e dei giovani, al fine di accrescere il benessere e la qualità della vita. In questa ottica, il progetto “GuardiAMOci” rientra nel più ampio concetto di “sicurezza integrata” e mira a contribuire alla costruzione di un modello di sicurezza attivamente partecipata da diversi soggetti presenti sul territorio (Polizia Locale, Arma dei Carabinieri, Istituti scolastici, associazionismo-terzo settore), ognuno secondo le proprie competenze e mission. Il titolo del progetto “GuardiAMOci” significa appunto: teniamo tutti gli occhi aperti, osserviamo con l'obiettivo di tutelare e voler bene a noi stessi, alla nostra città, ai nostri ragazzi».

Il progetto prevede differenti interventi, integrati fra loro, finalizzati al rafforzamento delle iniziative di prevenzione e contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti nelle aree circostanti gli istituti scolastici secondari, teatro spesso di esperienze di adescamento dei giovanissimi per la vendita o la cessione di sostanze stupefacenti, situazioni che si intrecciano con ulteriori rischi per giovani e adolescenti, come bullismo, abbandono scolastico, microcriminalità, vandalismo, ecc.

Le direttrici di intervento prioritario lungo le quali si articolano le azioni del progetto prevedono:

a)    implementazione del sistema di videosorveglianza della città che fa capo alla centrale operativa della Polizia Locale con l'installazione di due telecamere a palo fisso di ultima generazione che ampliano il raggio di visualizzazione alle zone esterne limitrofe all'istituto secondario superiore Bartolomeo Scappi, che raccoglie il maggior bacino di studenti e individuato quale luogo più sensibile alla problematica di spaccio e circolo di stupefacenti;

b)   intensificazione delle attività di presenza e controllo in particolare davanti agli istituti F.lli Pizzigotti e B. Scappi e nelle aree limitrofe, con l'impiego dei volontari dell'Associazione Nazionale Carabinieri, in quanto presenza colloquiante e rassicurante, capace di dissuadere e prevenire comportamenti illeciti o comunque contrari alle regole del senso civico, e del personale della Polizia Locale e dell'Arma dei Carabinieri che effettueranno pattugliamenti aggiuntivi.

c)    attivazione di percorsi formativi per il personale di Polizia Locale, esteso anche ai volontari coinvolti e alle famiglie degli studenti, in merito all'uso di stupefacenti, alla conoscenza delle nuove droghe, ai comportamenti affini e complementari all'abuso degli stupefacenti, da realizzarsi con la supervisione del Dipartimento CSM-Ser.T dell'Ausl di Imola.

d)   realizzazione di materiale informativi (opuscoli o video) da divulgare nelle scuole coinvolte, finalizzato alla sensibilizzazione e alla prevenzione del disagio e della devianza legati al consumo di droga.

Newsletter

Vuoi ricevere la newsletter settimanale
del Comune di Castel San Pietro Terme?

Iscriviti