In corso i lavori di consolidamento dell'ala sud della scuola dell'infanzia G. Rodari

Pubblicata il 20 agosto 2021 | Lavori pubblici

Procedono a spron battuto, e saranno conclusi in tempo per la riapertura dell'anno scolastico, i lavori di consolidamento delle fondazioni del padiglione sud dell'edificio della scuola dell'infanzia G. Rodari che si trova in via Giuseppe Di Vittorio e fa parte della Direzione Didattica Statale di Castel San Pietro Terme. In seguito a un primo sopralluogo effettuato qualche settimana fa dal responsabile della ditta incaricata, alla presenza del sindaco Fausto Tinti, accompagnato dai tecnici dell'Ufficio Tecnico comunale, e della dirigente scolastica Giovanna Chianelli, accompagnata dalla sua vice e dalla responsabile del plesso, nei giorni successivi c'era stata l'apertura ufficiale del cantiere e aveva dunque preso il via l'impegnativo intervento, ora a buon punto, che consiste nell'inserimento di micropali tramite trivellazione nel terreno.  

«La riqualificazione della scuola dell'infanzia Gianni Rodari, così come i tanti cantieri aperti sul territorio di Castel San Pietro Terme – dichiara il sindaco Fausto Tinti – rappresentano non solo un segnale di ripartenza dopo quasi due anni di pandemia ma anche il frutto di un percorso di valorizzazione della nostra Città, a conferma dell'impegno che avevano preso con i cittadini all'inizio di questo mandato. In particolare, i lavori per il consolidamento del padiglione sud del plesso delle Rodari sono un investimento sul futuro delle nuove generazioni che si apprestano a tornare a scuola. Stiamo lavorando per assicurare a tutti gli studenti, dai piccolissimi del nido fino agli adolescenti delle superiori, la possibilità di riappropriarsi dei propri spazi in un contesto di massima sicurezza; sicurezza quest'anno potenziata anche grazie alla campagna vaccinale e all'obbligo di green pass richiesto al personale scolastico».

L'opera di consolidamento, che si era resa necessaria per il cedimento delle fondazioni dell'ala sud dell'edificio causata dalle caratteristiche argillose del terreno, era stata affidata dall'Amministrazione Comunale di Castel San Pietro Terme alla ditta Consorzio Artigiani Romagnolo Soc. Coop. di Rimini, vincitrice della gara effettuata nei mesi scorsi tramite il Nuovo Circondario Imolese, Servizio Centrale Unica di Committenza, per un importo complessivo di 218.883,48 (Iva esclusa).


Nelle prime due foto da sinistra il sopralluogo con il sindaco Tinti, a destra gli operatori al lavoro per le trivellazioni e l'inserimento dei micropali

Newsletter

Vuoi ricevere la newsletter settimanale
del Comune di Castel San Pietro Terme?

Iscriviti