A - Richiesta buoni spesa - Emergenza sanitaria Covid

Uffici: Solidarietà e Politiche Giovanili | Sportello al Cittadino

Modalità

Aggiornamento erogazione contributi:
in data 23gennaio sono stati consegnati a 191 famiglie i buoni spesa.
Altre famiglie necessitano di controlli più approfonditi.
I richiedenti che non sono stati contattati telefonicamente o attraverso la mail comunicata, restino in attesa per la chiusura del procedimento.


Modalità di richiesta

Il Contirbuto è finalizzato a sostenere persone e famiglie in stato di bisogno, prive dei mezzi sufficienti a soddisfare le esigenze primarie per motivi connessi all'emergenza sanitaria da COVID-19, nel rispetto di quanto stabilito nell'Ordinanza del Capo del Dipartimento della Protezione Civile n. 658/2020 e Decreto legge 154/2020.
Più specificamente, l'Amministrazione comunale potrà concedere ai beneficiari contributi in buoni spesa o tessere a scalare, utilizzabili per l'acquisto di generi alimentari e beni di prima necessità presso gli esercizi commerciali individuati nell'elenco che sarà pubblicato sul sito dell'ente, dopo una valutazione delle richieste da parte dell'Ufficio sociale comunale; 

Le diverse forme di sostegno economico s'intendono assegnate al nucleo familiare. Pertanto, le eventuali istanze prodotte dal singolo componente saranno oggetto di valutazione della situazione economico-finanziaria familiare complessiva del nucleo. 


1-       DESTINATARI 

Nuclei famigliari residenti (o con dimora abituale comunicata all'Agenzia delle Entrate) nel Comune di Castel San Pietro Terme al momento di presentazione della domanda, che:

1.     al 30/11/2020 abbiano un patrimonio mobiliare (conti correnti bancari, postali, carte pre-pagate, ecc.) inferiore o uguale a 5.000,00 € per nuclei fino a 2 persone, oppure 8.000,00 € per nuclei più numerosi;

2.     al 30/11/2020 non dispongano di altri redditi derivanti da proprietà di ulteriori unità immobiliari oltre la casa di abitazione, a meno che venga comprovato che non viene percepito alcun canone di locazione;

3.     nel semestre giugno-novembre 2020 beneficia di una fonte di reddito attiva complessiva di importo inferiore o uguale a 2100,00 € per ogni componente del nucleo (comprensivo di forme di sostegno pubblico quale cassa integrazione, disoccupazione, Reddito o pensione di cittadinanza, Reddito di emergenza, Bonus P.IVA e similari), al netto delle spese indifferibili, relative a canoni di locazione o mutui non sospesi relativi all'abitazione di residenza e assegni di mantenimento corrisposti (reddito pro-capite medio mensile pari a 350,00 €).

4.     I nuclei che hanno ricevuto nei sei mesi di riferimento (giugno-novembre 2020) forme pubbliche di sostegno economico, possono presentare domanda, ma verranno inseriti in graduatoria successivamente ai nuclei privi di altre forme di sostegno pubblico. 

Tali forme di sostegno economico sono da intendersi, ad esempio: buoni spesa bando aprile 2020, contributi affitto, utenze, contributi per il nucleo famigliare,… reddito/pensione di cittadinanza, reddito di emergenza, Naspi, disoccupazione, cassa integrazione (CIG e altre forme), altre forme di sostegno di emergenza covid19 (es. Bonus partite IVA, e similari…),

5.     Il richiedente del nucleo può essere cittadino italiano o dell'Unione europea o extra-UE con permesso di soggiorno valido (anche eventuale domanda di rinnovo in corso) o con richiesta di protezione internazionale in corso.


ASSEGNAZIONE  DEL CONTRIBUTO

I nuclei famigliari il cui patrimonio mobiliare è superiore alla quota prevista oppure il cui reddito pro-capite è superiore a 2100,00 € nel semestre giugno-novembre 2020 (ossia 350,00 € medio mensile), sono esclusi dall'attribuzione del contributo.

Verrà definita una graduatoria sulla base del reddito pro-capite. 
In primo luogo saranno beneficiari i nuclei con i requisiti richiesti, non assegnatari di altre forme di sostegno economico.

A parità di reddito pro-capite avranno la precedenza:

·         nuclei con presenza di minori (a parità, si considera il numero dei minori e il numero dei minori di 3 anni;

·         nuclei con presenza di disabili L.104/92 o invalidità civile superiore al 74%

·         ordine cronologico di presentazione della domanda .

TEMPI E MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA RICHIESTA DI CONTRIBUTO 


Le richieste di contributo dovranno pervenire, a pena di esclusione
ENTRO VENERDÌ 15 GENNAIO  2021  - ore 12.30

Le richieste potranno essere presentate:

·         su apposito modulo on-line sul sito comunale www.cspietro.it nella sezione bandi on-line/buoni spesa. Ai fini dell'identificazione del dichiarante sono richiesti gli estremi del documento di riconoscimento di chi compila ed invia la domanda, la cui comprova dell'identificazione avverrà in sede di istruttoria. 

Entro 5 giorni lavorativi l'ufficio competente invia comunicazione di avvenuta ricezione e registrazione della domanda alla mail indicata in domanda, pertanto nel caso non si riceva tale risposta, sarà cura del richiedente informarsi dopo il termine previsto del 5 giorni ed entro la data di scadenza del bando nel caso di invio dal 10 gennaio 2021.

·         solo in via residuale e nel caso il nucleo non sia oggettivamente in grado di presentare domanda on-line: consegna a mano al protocollo comunale presso lo Sportello Cittadino, negli orari di apertura al pubblico, previo appuntamento per la consegna, da richiedersi al n. 0516954154 - 0516954158;

I nuclei interessati dovranno presentare domanda di contributo esclusivamente utilizzando i moduli previsti di cui all'allegato A (modulo cartaceo o modulo on-line), sottoscritta da un componente del nucleo familiare anagrafico, accompagnata da fotocopia di un documento d'identità in corso di validità del firmatario o con indicazione degli estremi del documento di riconoscimento in caso di domanda on-line, come previsto dagli arrt. 65- 20-71 del CAD DLgs 82/2005e ss. mm. ed ii. L'Ufficio comunale competente procederà in fase di istruttoria alla comprova dell'identificazione del dichiarante atta a valutare l'idoneità e la sicurezza del documento di riconoscimento dichiarato in sede di istanza.

L'eventuale supporto nella compilazione della domanda non comporta la responsabilità dell'operatore comunale nel riportare dati non corrispondenti, non veritieri o incompleti; tale responsabilità resta in capo al richiedente.

Allegati