Tariffa Puntuale del Servizio Rifiuti: assemblee il 16, 18, 23 e 25 gennaio

Pubblicata il 5 gennaio 2024 | Ambiente ed Energia

Dopo le sei assemblee pubbliche tenute a dicembre in città e nelle frazioni, continua l'impegno dell'Amministrazione Comunale di Castel San Pietro Terme che propone quattro nuove date per illustrare alla cittadinanza il passaggio alla TCP-Tariffa Corrispettiva Puntuale del servizio di raccolta rifiuti (che sostituisce la TARI-Tassa Rifiuti), una novità che ha preso il via  dal 1° gennaio 2024 e porterà certamente risparmi in bolletta per tutte le famiglie.

I  prossimi incontri, tutti alle ore 20,30, saranno: martedì 16 alla Sala Sassi a Castel San Pietro Terme, giovedì 18 al Centro civico di Osteria Grande, martedì 23 alla Sala Polivalente di Poggio Grande e giovedì 25 ancora alla Sala Sassi di Castel San Pietro Terme. 
Agli incontri saranno presenti il vicesindaco Andrea Bondi, che ha la delega all'Ambiente, e l'assessora Barbara Mezzetti, con delega alle Politiche tributarie.

Inoltre in questi giorni è stata pubblicata una pagina nel sito web del Comune con tutte le informazioni sul tema: https://www.comune.castelsanpietroterme.bo.it/notizia/servizio-rifiuti-la-nuova-tariffa-corrispettiva-puntuale-tcp 

L'obiettivo prioritario di questo cambiamento, che rivoluziona la modalità di calcolo della bolletta e coinvolgerà sia le Utenze Domestiche che le Utenze Non Domestiche, è far sì che gli utenti riducano la quantità di rifiuti indifferenziati. Infatti, la Tariffa Puntuale, diversamente dalla Tari, sarà calcolata, nella parte variabile, sulla quantità di rifiuti indifferenziati prodotti, considerando il numero di componenti del nucleo familiare per le utenze domestiche e la tipologia dell'attività economica svolta per le utenze non domestiche.

«Differenziare di più, oltre a essere giusto e necessario per inquinare di meno, con la Tariffa Puntuale sarà anche più conveniente – spiegano il sindaco Fausto Tinti e il vicesindaco Andrea Bondi –. Lo dimostra innanzitutto l'esperienza dei Comuni di Dozza e Mordano dove, dopo quattro anni di adozione, il meccanismo si è dimostrato virtuoso aumentando la differenziata, e questo si è tradotto in un risparmio per i cittadini. Noi a Castel San Pietro Terme partiamo avvantaggiati, perché gran parte delle famiglie castellane rientra già nella quantità di conferimenti previsti dalla nuova Tariffa Puntuale. In base alle simulazioni effettuate, con la situazione attuale queste famiglie avranno subito un risparmio medio in bolletta del 10%. In più, la Giunta comunale ha deciso da una parte di premiare ulteriormente le famiglie virtuose, e dall'altra di incentivare e andare incontro alla rimanente parte della cittadinanza che al momento non raggiunge i numeri previsti, utilizzando delle risorse disponibili e vincolate a questo scopo per ridurre gli importi di tutte le bollette per un periodo di transizione di un paio d'anni». 

Allegati

Newsletter

Vuoi ricevere la newsletter settimanale
del Comune di Castel San Pietro Terme?

Iscriviti