Il Consiglio Comunale torna in presenza e col green pass. Così Castello anticipa il Governo

Pubblicata il 21 settembre 2021 | Consiglio comunale

Martedì 28 settembre il Consiglio Comunale di Castel San Pietro Terme torna in presenza. E, con una decisione presa all'unanimità dai capigruppo dell'assemblea, la partecipazione sarà possibile solo previa presentazione del green pass. Tornano in aula solo i consiglieri comunali, mentre per il pubblico dei cittadini sarà necessario aspettare tempi migliori visto il perdurare dell'emergenza sanitaria.

A darne l'annuncio, è dopo la riunione dei capigruppo che si è svolta ieri sera lunedì 20 settembre, il presidente del Consiglio Tomas Cenni.

«Tutti i capigruppo sono stati concordi – spiega Cenni – nel ritenere il green pass lo strumento corretto ed indispensabile per tornare in presenza. I consiglieri comunali infatti dovranno avere il green pass, chi non ce l'ha dovrà sottoporsi a tampone rapido entro nelle 48 ore precedenti. Ringrazio tutti i capigruppo per la grande collaborazione dimostrata».

Ma non è tutto. Per il ritorno sui banchi della sala consiliare sono previste ulteriori precauzioni: igienizzazione della sala prima e dopo la seduta, igienizzazione delle mani, mascherina, utilizzo di coperture usa e getta per i microfoni, una nuova disposizione dei consiglieri che consentirà il distanziamento grazie ad un'azione di riposizionamento delle postazioni e l'impegno ad arieggiare attraverso sospensioni cadenzate di 10 minuti della seduta.

«Vista l'impossibilità del pubblico a partecipare in presenza – annuncia Cenni – sarà mantenuta la diretta streaming attraverso la rete Civicam, che ormai è divenuta un'abitudine per i cittadini. L'attuale impianto audio-video della sala consigliare non consente ancora la gestione di sedute miste, pertanto, per il Consiglio Comunale del 28 settembre, opteremo per una soluzione tecnica temporanea che ci consentirà comunque la diretta streaming, in attesa dell'ammodernamento dell'impianto della sala consiliare che è già stato definito ed approvato dalla Giunta: proprio nel prossimo Consiglio comunale infatti ci sarà una variazione di bilancio che ci consentirà di procedere con i lavori e di prevedere auspicabilmente un nuovo corso di dirette già nel prossimo mese di ottobre».

«Riprendiamo le sedute del Consiglio Comunale completamente in presenza – commenta il sindaco Fausto Tinti – e lo facciamo di fatto anticipando l'entrata in vigore dell'obbligo di green pass nei luoghi di lavoro. Il Consiglio Comunale è il luogo simbolo del nostro lavoro e la decisione dei capigruppo mi rende pieno di gioia, non solo perché ci consente di ripartire in piena sicurezza ma anche perché anticipa una scelta che a mio avviso dovrebbe prendere anche il Parlamento».

L'Amministrazione comunale ricorda che la sala consiliare già oggi è utilizzata per la celebrazione dei matrimoni, e per un numero di persone maggiore ai componenti del Consiglio comunale, con un protocollo condiviso con l'Azienda Usl di Imola.

Nella foto: una seduta del Consiglio Comunale di gennaio 2020, antecedente all'emergenza Covid

Newsletter

Vuoi ricevere la newsletter settimanale
del Comune di Castel San Pietro Terme?

Iscriviti