Piano Eliminazione Barriere Architettoniche: giovedì 4 prima passeggiata con cittadini e scuole

Pubblicata il 30 marzo 2024 | Lavori pubblici

Prosegue con la prima passeggiata rivolta a cittadini e scuole il percorso per l'attuazione del Piano di Eliminazione delle Barriere Architettoniche (PEBA) del Comune di Castel San Pietro Terme, il progetto che consentirà di avere una visione organica degli interventi necessari e delle possibili soluzioni, sul quale è al lavoro, su incarico del Comune, una società di ingegneria specializzata nella realizzazione di questo tipo di strumenti.

La prima passeggiata, alla quale sono invitati tutti i cittadini per contribuire a rilevare le criticità e ipotizzare strategie per risolverle, si terrà giovedì 4 aprile nell'area urbana di Castel San Pietro Terme, con partenza alle ore 18 in piazza XX Settembre. Nel corso della stessa mattinata si terranno anche gli incontri con i ragazzi delle scuole, che sono stati organizzati grazie alla preziosa collaborazione della dirigente Silvia Palladini dell'Istituto Comprensivo di Castel San Pietro Terme e delle associazioni locali di Croce Rossa Italiana, Associazione Nazionale Carabinieri, Gruppo Alpini Castel San Pietro Terme e Tradisan che, per le scuole, mette a disposizione carrozzine per disabili. 

Il secondo appuntamento sarà a Osteria Grande lunedì 15 aprile, sempre a partire dalle ore 18, con ritrovo presso il parcheggio del parco del laghetto Mariver. 

I tragitti delle due passeggiate sono indicati nelle seguenti planimetrie:



Il percorso del Peba aveva preso il via a febbraio con un incontro pubblico di presentazione e confronto sul lavoro da compiere. Era seguita la pubblicazione di una pagina dedicata nel sito web istituzionale, dove con accesso dall'home page i cittadini possono trovare tutte le informazioni e i materiali dedicati al Peba. In particolare si può scaricare la presentazione del progetto e i due questionari da compilare entro il 15 aprile per segnalare la presenza di barriere architettoniche nelle aree pubbliche. Per chi ha difficoltà ad usare i moduli online, allo Sportello Cittadino sono disponibili dei moduli cartacei da compilare e mettere in un'apposita cassetta (al piano terra del portone a sinistra del Municipio).

Queste prime iniziative fanno parte della fase di costruzione del quadro conoscitivo, che consente di costruire mappe ed elenchi, in cui le barriere architettoniche esistenti nelle aree urbane vengono identificate, numerate e classificate. Nella fase successiva si procederà all'analisi dei problemi e valutazione delle modalità per risolverli, per giungere alla stesura di un elenco di possibili soluzioni da attuare per eliminare le barriere rilevate. A questo punto si effettuerà una stima dei costi per la soluzione delle problematiche riscontrate, che permetterà agli Uffici comunali di programmare nel tempo gli interventi necessari. E il lavoro non si concluderà con un semplice documento depositato in archivio: sarà infatti strutturato un gruppo di monitoraggio e verifica dell'attuazione del Peba, che continuerà a essere operativo anche dopo la sua approvazione formale. 

«Obiettivo del Peba - ricorda il vicesindaco Andrea Bondi -  è identificare le barriere architettoniche presenti negli edifici e negli spazi urbani del territorio comunale e pianificare le strategie per il loro superamento. Da tempo, ogni volta che interveniamo in un'area per opere pubbliche o manutenzioni, realizziamo anche gli interventi di abbattimento delle barriere architettoniche, ma questo piano ci consente di avere una visione organica degli interventi necessari e delle soluzioni da mettere in campo».

Newsletter

Vuoi ricevere la newsletter settimanale
del Comune di Castel San Pietro Terme?

Iscriviti