Sostegni alle attività economiche: bandi a partire da fine luglio/inizio agosto

Pubblicata il 13 luglio 2021 | Attività produttive e Commercio

L'Amministrazione Comunale di Castel San Pietro Terme è al lavoro con grande impegno e determinazione per assegnare nei tempi previsti i 750mila euro di contributi e sostegni alle attività economiche del territorio colpite dalla crisi economica conseguente alla pandemia, che si aggiungono agli oltre 800mila euro previsti per gli investimenti. 

Come annunciato un mese fa dal sindaco Fausto Tinti nella conferenza stampa di presentazione del Piano di Rilancio del Centro Storico, alla presenza dell'assessore al Turismo e Commercio della Regione Emilia-Romagna Andrea Corsini e delle associazioni di Categoria, per assegnare i fondi saranno pubblicati tre bandi con caratteristiche diverse e l'obiettivo è farli partire da fine luglio/inizio agosto. 

Questo perché è necessario attendere l'approvazione dell'assestamento di bilancio, che sarà all'ordine del giorno nella prossima seduta del Consiglio Comunale prevista il 27 luglio, un passaggio obbligato di verifica generale di tutte le voci di entrata e di uscita, al fine di assicurare il mantenimento del pareggio di bilancio.  Solo a seguito di questo provvedimento, potranno essere emessi gli atti amministrativi finalizzati all'erogazione dei sostegni.

Comprensibilmente c'è molta attesa per questi contributi e in questi giorni sono arrivate all'Amministrazione richieste e sollecitazioni da parte di diversi operatori interessati, ma, è bene sottolineare che la pubblica amministrazione è tenuta a rispettare vincoli e termini perentori che impone la normativa vigente in materia di gestione dei bilanci pubblici.

L'anno scorso era stato possibile emettere già nel mese di maggio il bando per erogare il bonus a fondo perduto, poiché si trattava di fondi già stanziati per altri interventi rivolti a microimprese del territorio sin dall'anno precedente (2019), e che, a seguito dell'emergenza sanitaria Covid-19, erano stati destinati alle nuove necessità. 

I contributi e sostegni del valore complessivo di 750 mila euro per l'anno 2021 saranno erogati con le seguenti modalità:

1.    Sconti su bolletta TARI € 400.000 e modifica tempi dei pagamenti rivolti a tutte le attività di Castel San Pietro Terme. Lo sconto riguarda la parte variabile della tariffa. Al momento la riduzione prevista va dal 50% al 25% in base ai codici Ateco e ai periodi di chiusura. Si stanno facendo simulazioni per verificare la possibilità di portare la riduzione al range 60% - 30%. Inoltre si passa da 3 a 2 rate, con slittamento della prima rata alla scadenza del 30 settembre e possibilità di pagare la seconda rata senza sanzioni e penali fino a marzo 2022.

2.    Sostegno alle imprese € 150.000 con avviso pubblico finanziato con l'avanzo libero del bilancio comunale aperto a tutte le attività di Castel San Pietro Terme. Sarà rapportato alle perdite subite causa pandemia, non solo con il Codice Ateco: collegato al calo del fatturato e si sta valutando la possibilità di un sistema misto con l'introduzione di un parametro che possa fare considerare i costi fissi non coperti (esempio: il parametro della diminuzione del reddito. TEMPISTICA: avviso pubblico fine luglio 2021

3.    Contributo € 100.000 per investimenti, finanziato con la Legge Regionale 41, anticipati con avanzo del bilancio comunale, destinato alle imprese del Centro Commerciale Naturale del Capoluogo. TEMPISTICA: Bando da emettere a settembre/ottobre 2021 con scadenza rendicontazione 2022. Le spese possono essere state effettuate dal 2019, come previsto dal Bando della Città Metropolitana di Bologna.

4.    Contributo € 100.000 per investimenti destinato agli operatori ubicati extra Centro Commerciale Naturale del Capoluogo. TEMPISTICA: Bando da emettere contestualmente a quello per le imprese del Centro Commerciale Naturale.

«Questi sono mesi cruciali per la ripresa del nostro territorio  – sottolinea il sindaco Fausto Tinti -. Come Amministrazione comunale, e anche grazie al sostegno della Regione Emilia-Romagna, abbiamo messo in campo uno sforzo enorme per rilanciare l'attività degli operatori economici della nostra Città. Insieme alla cabina di regia delle associazioni di categoria dei commercianti e degli artigiani del Centro Commerciale Naturale stiamo continuando a mantenere vivo il cuore pulsante di Castel San Pietro Terme. Vogliamo dare una risposta strutturale e importante a tutti entro l'estate. Il giorno 27 luglio è previsto il Consiglio comunale per l'assestamento di bilancio, un passaggio obbligato e necessario per poter continuare  fino alla fine del mandato questa azione strutturale finalizzata a preservare e garantite la vitalità di tutte le attività castellane e nel tentativo di attrarne anche di nuove. Come annunciato, il nostro progetto sarà ratificato da un patto per il centro storico che il Comune firmerà assieme alle associazioni di categoria, un lavoro congiunto con cui vogliamo confermare e rafforzare ancora una volta il nostro essere una comunità unita».

Il Piano di Rilancio del Centro Storico di Castel San Pietro Terme, che comprende tutte le azioni messe in campo per il territorio, è stato elaborato secondo gli indirizzi del Consiglio Comunale e sulla base delle richieste emerse dalla Cabina di Regia con le Associazioni di Categoria e dallo Sportello Pronto Sindaco, ed è basato essenzialmente su tre pilastri: investimenti per la riqualificazione e l'accessibilità, sostegni strutturali alle attività e web marketing

Documento completo: Piano di Rilancio del Centro Storico di Castel San Pietro Terme

Allegati

Newsletter

Vuoi ricevere la newsletter settimanale
del Comune di Castel San Pietro Terme?

Iscriviti